Home
torna alla Home  

Potenziamento Linea Ferroviaria Rho – Gallarate

In data 31 luglio 2009 Italferr SPA in nome e per conto di Rete Ferroviaria Italiana R.F.I. SPA ha pubblicato sui quotidiani “Corriere della Sera” e “la Repubblica” l’avviso di avvio del procedimento finalizzato alla dichiarazione di pubblica utilità ai sensi dell’articolo 166 del Decreto Legislativo del 12 aprile 2006 n. 163 relativo al Progetto definitivo per il potenziamento della linea ferroviaria Rho-Gallarate, infrastruttura strategica di interesse nazionale secondo l’articolo 1 della Legge 21 dicembre 2001 n. 443 – legge obiettivo.

In data 7 agosto 2009 Italferr, che ha redatto la progettazione in qualità di soggetto tecnico di R.F.I., ha trasmesso al Comune di Pregnana il progetto definitivo relativo al potenziamento della Linea Rho – Arona, tratta Rho – Gallarate per l’istruttoria e le valutazioni di competenza del Comune.

La trasmissione del progetto ai Comuni e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato avvio all’iter autorizzatorio previsto dal Decreto Legislativo 163/2006. Eventuali osservazioni devono essere presentate entro il termine di 60 giorni.

Come è noto l’Amministrazione Comunale ha manifestato sin da subito contrarietà al progetto del quale aveva solo potuto prendere visione in riunioni svoltesi presso Regione Lombardia e, nei termini di legge, dopo attenta valutazione tecnica, presenterà le proprie osservazioni.

Si tratta di un progetto di rilevante impatto per la nostra comunità; vanifica il progetto preliminare , approvato nel 2005, che prevedeva il terzo binario e lo spostamento della linea ferroviaria di 27 metri verso Nord (Rho).
Esso prevede:
– procedure di esproprio e l’abbattimento di alcune unità abitative.
– l’installazione di barriere antirumore che contribuiranno a creare un problema di impatto ambientale
– problemi di viabilità soprattutto nella zona a Nord della attuale linea Ferroviaria..

Per tali motivi l’Amministrazione Comunale ha provveduto:
– in accordo con il Patto dei Sindaci del Nord-Ovest, in particolare con le Amministrazioni Comunali di Vanzago, Pogliano e Rho, ad incaricare il Centro Studi PIM, per supportarci nella elaborazione di uno studio che preveda soluzioni migliorative e meno impattanti per il nostro territorio.
– ad incaricare uno studio legale per verificare la correttezza delle procedure di pubblicazione degli atti del progetto.
Entrambi i provvedimenti hanno la finalità di sostenere l’Amministrazione Comunale nella formulazione di osservazioni al progetto e/o eventuali ricorsi al TAR.
– mantenere un costante rapporto con i cittadini coinvolti nel progetto, fornendo loro tutte le informazioni in nostro possesso.

Si ricorda che è inoltre possibile prendere visione del progetto presso gli uffici comunali. A tale scopo è necessario fissare appuntamento telefonando, negli orari di ufficio, presso la Segreteria Generale allo 02/93967205. (Sig.ra Antonella Salvi).